Laide

12.03.2013 - Blog
Laide, ho questo sangue caldo nel petto ed i miei occhi
sono due grandi infissi neri
quando mia moglie dal bagno mi chiede Sono bella oggi? Laide
io mi apro alla strada e penso a te.
Adorato fantasmino tenerezza
latte Laide dall'amore alla zeta
quanti sogni ho rincorso la mattina
per tenerti ancora un poco addosso, adesso
voglio solo fermarmi in lunghezza
farmi bandiera
al tuo lieve affanno
Laide inferno
la notte si sposta quando ti guardo.

Quale destino furioso è il mio questo
che nonostante la barba cresca
e lei stenda i panni al chiuso
tu ti fai aria
umida catastrofe che irretisce la nostra casa.
Laide
mia mostruosa voglia
Laide sfinge senza pena togliere
Laide sposa
attricetta del fantasma che sono
hai seminato milioni di trappole per precipitarmi
ed io sono uno svenuto
Laide ti prego aiutami a dimenticarti.

*

omaggio in versi a Dino Buzzati rileggendo Un amore (Mondadori Editore) Antonio Dorigo prigioniero dell'amore falso e sbagliato per Adelaide Anfossi, detta Laide.